Foto Home: Roberto Sauli

Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna (PNFC)- CAPOFILA

http://www.parcoforestecasentinesi.it

Referente: Davide Alberti (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Istituito con DPR 12 luglio 1993. Il Compito primario dell’Ente è quello di salvaguardare gli elevati valori naturalistici presenti all’interno del Parco e di promuovere lo sviluppo sostenibile delle attività umane che in esso si svolgono a condizione che queste non influiscano negativamente sull’ambiente naturale.

 

 

 

Corpo Forestale dello Stato (CFS) – BENEFICIARIO ASSOCIATO

http://www3.corpoforestale.it

Referente: Paolo Ciampelli (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Il Corpo forestale dello Stato è una forza di polizia ad ordinamento civile, specializzata nella tutela del patrimonio naturale e paesaggistico, nella prevenzione e repressione dei reati in materia ambientale e agroalimentare. Il Corpo forestale è preposto alla sorveglianza dei Parchi, delle Aree Naturali Protette e delle Riserve Naturali dello Stato, dove svolge progetti di ricerca e conservazione nonché attività di educazione ambientale.

 

D.R.E.Am Italia – BENEFICIARIO ASSOCIATO

http://www.dream-italia.it

Referente: Marcello Miozzo (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

DREAm è una società cooperativa costituita da lavoratori specializzati nel settore forestale, naturalistico e ambientale. E’ stata costituita nel 1978 e da allora dopo avere realizzato importanti esperienze nella pianificazione forestale nel territorio toscano ha operato con i propri progetti in tutta italia. Le sue attività sono sempre rivolte alla gestione sostenibile rivolgendosi agli ambiti attinenti allo sviluppo rurale, la conservazione naturalistica, la prevenzione delle catastrofi ambientali e la tutela del paesaggio.

Unione dei Comuni Montani del Casentino (UMCASEN) – BENEFICIARIO ASSOCIATO

http://www.cm-casentino.toscana.it/

Referente: Alfredo Bresciani (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Unione dei Comuni Montani del Casentino (anteriormente Comunità Montana del Casentino) gestisce dal 1/5/1977 il patrimonio agricolo-forestale regionale (attualmente circa Ha 11.650) curando in particolare la selvicoltura.

  

Università di Bologna (UNIBO) – BENEFICIARIO ASSOCIATO

http://www.unibo.it

Referente: Giovanna Pezzi (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Nel Dipartimento di Scienze Biologiche, Geologiche e Ambientali dell’Università di Bologna si svolgono ricerche nel settore biologico, dal livello genetico a quello ecosistemico. Il Gruppo di lavoro si occupa dell’analisi della diversità ed ecologia della vegetazione e del paesaggio, con deduzioni per la gestione di sistemi ambientali a differente grado di naturalità. Si sviluppano ricerche sull’ecologia e dinamica di popolazioni, comunità vegetali e del paesaggio con l’uso di dati multisorgente organizzati in banche dati georeferenziate e analizzati con metodi statistici.

Università di Pavia (UNIPV) – BENEFICIARIO ASSOCIATO

http://www-3.unipv.it/labecove/welcome.html

Referente: Thomas Abeli (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Tra i diversi ambiti scientifici in cui opera il Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente (DSTA) dell’Università degli Studi di Pavia, si ricordano in particolare quelli attinenti alla sezione di Ecologia del Territorio, quali: determinazione di specie vegetali, ricerche floristiche e tassonomiche, studio della flora e della vegetazione naturale o antropizzata di aree protette o da sottoporre a regime di tutela ambientale, interazione tra vegetali e tra vegetali e clima, gestione del patrimonio vegetale con particolare riferimento a specie e comunità rare e/o minacciate e alle antiche varietà agricole e orticole, messa a punto di tecniche di conservazione in situ ed ex situ, seed banking, reintroduzioni, monitoraggio di popolazioni di piante rare e/o minacciate di scomparsa.

 

  

Back to top